Instagram poets

Forse ci voleva la rivoluzione digitale per rilanciare e sottoporre di nuovo all’attenzione dei nostri occhi e delle nostre emozioni un genere letterario, la poesia, che negli ultimi decenni non godeva di grosso seguito. I social network, come nuovi canali di comunicazione, hanno permesso di arrivare alla poesia a un successo del tutto inaspettato e trasformare quelli che vengono ora chiamati ‘Instagram poets’ in delle celebrità non solo del web ma anche della letteratura. Ecco che dopo averli snobbati i grandi editori vanno alla ricerca dei nuovi poeti proprio nell’universo digitale dove cercano di trovare potenziali best-seller tra autori che hanno già un seguito di centinaia di migliaia di lettori.

Tra i più noti si possono segnalare Rupi Kaur, la più apprezzata dal pubblico, Lang Leav, Atticus, Najwa Zebian, Tyler Knott Gregson, Nikita Gill, tutti autori con milioni di follower al proprio attivo e a cui importanti case editrici hanno chiesto di trasformare le loro poesie ‘digitali’ in vere e proprie raccolte poetiche alcune delle quali con ottimo successo di pubblico e vendita.

Mentre i letterati più conservatori storcono il naso su questa poesia ‘da cioccolatino’ la possibilità di arrivare a milioni di persone con versi di poesia rimane una vera rivoluzione letteraria.